x
Eventi in programma   |  

 

sabato 22 gennaio
- ore 12:20 - 

Splendori nascosti: 
la Serra Moresca di Villa Torlonia

"Progettato intorno al 1839 dall’architetto veneto Giuseppe Jappelli, il complesso della Serra Moresca di Villa Torlonia torna alla sua originaria bellezza dopo due fasi di restauro. La prima, tra il 2007 e il 2013, ha riguardato il recupero dell’edificio da una condizione di fortissimo degrado, con un ripristino fedele dell’assetto originario, sia nella parte strutturale che in quella decorativa. Nella seconda fase, da poco conclusa, oltre a ulteriori interventi conservativi sulla Serra, si è invece provveduto all’allestimento e messa in esercizio dell’intero complesso come spazio museale [...]".
Super Green Pass obbligatorio - Utilizzo obbligatorio di mascherina FFP2 - Posti disponibili esauriti: per inserirsi nella lista di attesa inviare una mail a info@bellezzadellarte.it indicando un recapito cellulare
Consultare la scheda descrittiva

 

 

 

domenica 23 gennaio
- ore 16:00 - 

"Artemisia Gentileschi:  
il viaggio della vita,
le tappe della pittura"
Videoconferenza del ciclo:
"Prodigioso Seicento:
storie di talenti e di capolavori"

Artemisia Gentileschi (1597 – 1652 ca.): la virtuosa del pennello dal temperamento di acciaio; la donna che a dispetto - o piuttosto in forza – della violenza subita in tenera età, ha espresso una tenace volontà di affermazione in un universo artistico dominato da protagonisti maschili. È ciò che l’avrebbe resa celebre alla lunga distanza a un pubblico vasto e trasversale, attratto e affascinato quasi unicamente dal lato più oscuro e doloroso della sua esperienza di vita.
Ma, oltre i fatti di una violenza e del processo che ne seguì, c’è un meno conosciuto itinerario di vita e di arte, articolato in tappe e in tempi diversi: da Roma a Firenze, nuovamente a Roma, a Venezia e, infine, a Napoli, con un breve intermezzo in Inghilterra. È il viaggio di una vita, in cui la pittura di Artemisia, avviata con un maestro di eccezione – il padre Orazio – muta, si aggiorna, reagisce e risponde alle molteplici sollecitazioni del mondo dell’arte a lei contemporanea, senza guadagnare però, ciò che è meno noto, quella soddisfazione personale e quei riconoscimenti di alte committenze lungamente agognati.
Videoconferenza sulla piattorma Jitsi Meet 
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva, leggere attentamente tutte le condizioni per seguire la videoconferenza, e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

sabato 29 gennaio
- ore 11:15 - 

Splendori nascosti:
Casa dei Cavalieri di Rodi
Visita con permesso speciale

Un permesso speciale per varcare la soglia del complesso architettonico della Casa dei Cavalieri di Rodi, risultato di una plurisecolare stratificazione di monumenti sull’area che in età imperiale ospitava il Foro di Augusto. Già sede dell'amministrazione del priorato dei Cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme, dopo alterne vicende, dal 1946 la Casa è concessa in uso al Sovrano Militare Ordine di Malta.
Posti limitati - Visita con permesso speciale - Apertura straordinaria - Super Green Pass obbligatorio - Utilizzo obbligatorio di mascherina FFP2
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva, leggere attentamente tutte le condizioni per partecipare alla visita e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

sabato 29 gennaio
- ore 16:30 - 

"Artemisia Gentileschi:  
il viaggio della vita,
le tappe della pittura"
Videoconferenza del ciclo:
"Prodigioso Seicento:
storie di talenti e di capolavori"

Artemisia Gentileschi (1597 – 1652 ca.): la virtuosa del pennello dal temperamento di acciaio; la donna che a dispetto - o piuttosto in forza – della violenza subita in tenera età, ha espresso una tenace volontà di affermazione in un universo artistico dominato da protagonisti maschili. È ciò che l’avrebbe resa celebre alla lunga distanza a un pubblico vasto e trasversale, attratto e affascinato quasi unicamente dal lato più oscuro e doloroso della sua esperienza di vita.
Ma, oltre i fatti di una violenza e del processo che ne seguì, c’è un meno conosciuto itinerario di vita e di arte, articolato in tappe e in tempi diversi: da Roma a Firenze, nuovamente a Roma, a Venezia e, infine, a Napoli, con un breve intermezzo in Inghilterra. È il viaggio di una vita, in cui la pittura di Artemisia, avviata con un maestro di eccezione – il padre Orazio – muta, si aggiorna, reagisce e risponde alle molteplici sollecitazioni del mondo dell’arte a lei contemporanea, senza guadagnare però, ciò che è meno noto, quella soddisfazione personale e quei riconoscimenti di alte committenze lungamente agognati.
Videoconferenza sulla piattorma Jitsi Meet 
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva, leggere attentamente tutte le condizioni per seguire la videoconferenza, e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

domenica 30 gennaio
- ore 15:45 - 

Speciale Mostre:
"Caravaggio e Artemisia.
La sfida di Giuditta"

Fino al 27 marzo 2022 a Palazzo Barberini "si terrà la mostra Caravaggio e Artemisia: la sfida di Giuditta. Violenza e seduzione nella pittura tra Cinquecento e Seicento a cura di Maria Cristina Terzaghi.
Ospitata nelle nuove sale al pian terreno di Palazzo Barberini, la mostra celebra i cinquant’anni dall’acquisizione da parte dello Stato italiano e i settant’anni dalla scoperta del celebre dipinto di Caravaggio conservato a Palazzo Barberini: Giuditta e Oloferne.
29 capolavori provenienti dai musei di tutto il mondo, inclusa la straordinaria Giuditta e Oloferne di Artemisia Gentileschi del Museo di Capodimonte a Napoli, documentano la dirompente novità della rivoluzione caravaggesca nella pittura a lui contemporanea [....]".

Posti limitati - Prenotazione e pagamento entro e non oltre domenica 23 gennaio - Super Green Pass obbligatorio - Utilizzo obbligatorio di mascherina FFP2
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva, leggere attentamente tutte le condizioni per partecipare alla visita e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

sabato 5 febbraio
- ore 11:20 - 

Splendori nascosti: 
la Serra Moresca di Villa Torlonia

"Progettato intorno al 1839 dall’architetto veneto Giuseppe Jappelli, il complesso della Serra Moresca di Villa Torlonia torna alla sua originaria bellezza dopo due fasi di restauro. La prima, tra il 2007 e il 2013, ha riguardato il recupero dell’edificio da una condizione di fortissimo degrado, con un ripristino fedele dell’assetto originario, sia nella parte strutturale che in quella decorativa. Nella seconda fase, da poco conclusa, oltre a ulteriori interventi conservativi sulla Serra, si è invece provveduto all’allestimento e messa in esercizio dell’intero complesso come spazio museale [...]".
Posti limitati - Super Green Pass obbligatori - Utilizzo obbligatorio di mascherina FFP2
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

sabato 5 febbraio
- ore 15:45 - 

Speciale Mostre:
"Caravaggio e Artemisia.
La sfida di Giuditta"

Fino al 27 marzo 2022 a Palazzo Barberini "si terrà la mostra Caravaggio e Artemisia: la sfida di Giuditta. Violenza e seduzione nella pittura tra Cinquecento e Seicento a cura di Maria Cristina Terzaghi.
Ospitata nelle nuove sale al pian terreno di Palazzo Barberini, la mostra celebra i cinquant’anni dall’acquisizione da parte dello Stato italiano e i settant’anni dalla scoperta del celebre dipinto di Caravaggio conservato a Palazzo Barberini: Giuditta e Oloferne.
29 capolavori provenienti dai musei di tutto il mondo, inclusa la straordinaria Giuditta e Oloferne di Artemisia Gentileschi del Museo di Capodimonte a Napoli, documentano la dirompente novità della rivoluzione caravaggesca nella pittura a lui contemporanea [....]".

Posti limitati - Prenotazione e pagamento entro e non oltre domenica 30 gennaio - Super Green Pass obbligatorio - Utilizzo obbligatorio di mascherina FFP2
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva, leggere attentamente tutte le condizioni per partecipare alla visita e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

domenica 6 febbraio
- ore 11:45 - 

Speciale Mostre:
"Caravaggio e Artemisia.
La sfida di Giuditta"

Fino al 27 marzo 2022 a Palazzo Barberini "si terrà la mostra Caravaggio e Artemisia: la sfida di Giuditta. Violenza e seduzione nella pittura tra Cinquecento e Seicento a cura di Maria Cristina Terzaghi.
Ospitata nelle nuove sale al pian terreno di Palazzo Barberini, la mostra celebra i cinquant’anni dall’acquisizione da parte dello Stato italiano e i settant’anni dalla scoperta del celebre dipinto di Caravaggio conservato a Palazzo Barberini: Giuditta e Oloferne.
29 capolavori provenienti dai musei di tutto il mondo, inclusa la straordinaria Giuditta e Oloferne di Artemisia Gentileschi del Museo di Capodimonte a Napoli, documentano la dirompente novità della rivoluzione caravaggesca nella pittura a lui contemporanea [....]".

Posti limitati - Prenotazione e pagamento entro e non oltre domenica 30 gennaio - Super Green Pass obbligatorio - Utilizzo obbligatorio di mascherina FFP2
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva, leggere attentamente tutte le condizioni per partecipare alla visita e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

sabato 12 febbraio
- ore 20:00 - 

Speciale Grandi Mostre:
"Klimt.
La Secessione e l'Italia"
al Museo di Roma di Palazzo Braschi

"A distanza di 110 anni dalla sua partecipazione all’Esposizione Internazionale dʼArte del 1911, Gustav Klimt torna in Italia.
Un evento espositivo che segna il ritorno in Italia di alcuni dei suoi capolavori provenienti dal Belvedere Museum di Vienna, dalla Klimt Foundation e da collezioni pubbliche e private come la Neue Galerie Graz. La mostra ripercorre la vita e la produzione artistica di Klimt, sottolineandone il ruolo di cofondatore della Secessione viennese e indagando sul suo rapporto con l’Italia, meta dei suoi viaggi e luogo di alcuni suoi successi espositivi.
Sono circa 200 le opere esposte, tra dipinti, disegni, manifesti d’epoca e sculture di Klimt e degli artisti della sua cerchia. [...]"
Posti disponibili esauriti - Super Green Pass obbligatorio - Utilizzo obbligatorio di mascherina FFP2
Consultare la scheda descrittiva

 

 

 

 

domenica 13 febbraio
- ore 16:00 - 

"Gian Lorenzo Bernini scultore:  
le inattese rivelazioni del marmo"
Videoconferenza del ciclo:
"Prodigioso Seicento:
storie di talenti e di capolavori"

Era il 15 agosto 1623: solo pochi giorni dopo la sua elezione al soglio pontificio, Urbano VIII (al secolo Maffeo Barberini) chiamava presso di sé un giovane venticinquenne, Gian Lorenzo Bernini (1598-1680), in previsione di affidargli incarichi artistici di altissima responsabilità per una personale politica dell’immagine, giusta la premessa espressa nel saluto rivoltogli in quell’occasione: “è gran fortuna la vostra, o cavaliere, di vedere Papa il cardinale Maffeo Barberino; ma assai maggiore è la nostra che il Cavalier Bernino viva nel nostro pontificato”.
Le parole del papa, apparentemente azzardate vista la giovane età del prescelto, originavano dalla presa visione di capolavori berniniani ammirati nella collezione dell’amico Scipione Borghese: testimonianza di come la sorprendente padronanza della tecnica avesse consentito allo scultore di “addomesticare” la materia alla propria creatività senza – apparentemente – impedimento alcuno [...]
Videoconferenza sulla piattorma Jitsi Meet 
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva, leggere attentamente tutte le condizioni per seguire la videoconferenza, e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

sabato 19 febbraio
- ore 11:45 - 

Splendori nascosti:
Casa dei Cavalieri di Rodi
Visita con permesso speciale

Un permesso speciale per varcare la soglia del complesso architettonico della Casa dei Cavalieri di Rodi, risultato di una plurisecolare stratificazione di monumenti sull’area che in età imperiale ospitava il Foro di Augusto. Già sede dell'amministrazione del priorato dei Cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme, dopo alterne vicende, dal 1946 la Casa è concessa in uso al Sovrano Militare Ordine di Malta.
Posti limitati - Visita con permesso speciale - Apertura straordinaria - Super Green Pass obbligatorio - Utilizzo obbligatorio di mascherina FFP2
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva, leggere attentamente tutte le condizioni per partecipare alla visita e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

sabato 19 febbraio
- ore 16:30 - 

"Gian Lorenzo Bernini scultore:  
le inattese rivelazioni del marmo"
Videoconferenza del ciclo:
"Prodigioso Seicento:
storie di talenti e di capolavori"

Era il 15 agosto 1623: solo pochi giorni dopo la sua elezione al soglio pontificio, Urbano VIII (al secolo Maffeo Barberini) chiamava presso di sé un giovane venticinquenne, Gian Lorenzo Bernini (1598-1680), in previsione di affidargli incarichi artistici di altissima responsabilità per una personale politica dell’immagine, giusta la premessa espressa nel saluto rivoltogli in quell’occasione: “è gran fortuna la vostra, o cavaliere, di vedere Papa il cardinale Maffeo Barberino; ma assai maggiore è la nostra che il Cavalier Bernino viva nel nostro pontificato”.
Le parole del papa, apparentemente azzardate vista la giovane età del prescelto, originavano dalla presa visione di capolavori berniniani ammirati nella collezione dell’amico Scipione Borghese: testimonianza di come la sorprendente padronanza della tecnica avesse consentito allo scultore di “addomesticare” la materia alla propria creatività senza – apparentemente – impedimento alcuno [...]
Videoconferenza sulla piattorma Jitsi Meet 
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva, leggere attentamente tutte le condizioni per seguire la videoconferenza, e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

sabato 26 febbraio
- ore 10:45 -

Splendori nascosti:
Villa Magistrale dei Cavalieri di Malta
Visita con permesso speciale

Oltre la soglia di un portone famoso per lasciare scorgere – da un ancor più celebre foro di serratura – la veduta della cupola di San Pietro, si distendono i giardini e il complesso della Villa Magistrale dei Cavalieri di Malta. Un appuntamento speciale per ripercorrere due storie intrecciatesi sul colle Aventino: quella del Sovrano Ordine Militare di Malta e quella di G.B. Piranesi (1720-1788), tra i più alti rappresentanti della cultura artistica settecentesca.
Visita con permesso speciale - Posti limitati - Super Green Pass obbligatorio - Utilizzo obbligatorio di mascherina FFP2 
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

sabato 5 marzo
- ore 16:30 - 

"Bernini  e Borromini,
oltre l'aneddoto:  
le espressioni conflittuali del Barocco"
Videoconferenza del ciclo:
"Prodigioso Seicento:
storie di talenti e di capolavori"

Bernini e Borromini: una convivenza difficile nella medesima competitiva piazza della Roma del Seicento, dove cantieri architettonici aperti da tempo dovevano esser conclusi e altri dovevano avviarsi per magnificare l’immagine della città papale anche e soprattutto in occasione delle cadenze giubilari.
La contemporaneità operativa di Francesco Borromini (1599-1667) e Gian Lorenzo Bernini (1598-1680) - tanto vicini per ragioni di contesto, quanto distanti l’uno all’altro per formazione, vocazione, carattere, relazioni - ha dato vita, nell’immediato e alla distanza, a versioni romanzate dei fatti, strumentali ad accentuare la rivalità dei due.
Al netto dell’aneddotica rimane, però, la storia, documentata e ripercorribile, di avventure professionali straordinarie che hanno plasmato il volto del centro storico di Roma e che raccontano, a chi voglia leggerle, l’affascinante varietà di declinazioni del Barocco.

Videoconferenza sulla piattorma Jitsi Meet 
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva, leggere attentamente tutte le condizioni per seguire la videoconferenza, e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

domenica 6 marzo
- ore 16:00 - 

"Bernini e Borromini,
oltre l'aneddoto:
le espressioni conflittuali del Barocco"
Videoconferenza del ciclo:
"Prodigioso Seicento:
storie di talenti e di capolavori"

Bernini e Borromini: una convivenza difficile nella medesima competitiva piazza della Roma del Seicento, dove cantieri architettonici aperti da tempo dovevano esser conclusi e altri dovevano avviarsi per magnificare l’immagine della città papale anche e soprattutto in occasione delle cadenze giubilari.
La contemporaneità operativa di Francesco Borromini (1599-1667) e Gian Lorenzo Bernini (1598-1680) - tanto vicini per ragioni di contesto, quanto distanti l’uno all’altro per formazione, vocazione, carattere, relazioni - ha dato vita, nell’immediato e alla distanza, a versioni romanzate dei fatti, strumentali ad accentuare la rivalità dei due.
Al netto dell’aneddotica rimane, però, la storia, documentata e ripercorribile, di avventure professionali straordinarie che hanno plasmato il volto del centro storico di Roma e che raccontano, a chi voglia leggerle, l’affascinante varietà di declinazioni del Barocco.

Videoconferenza sulla piattorma Jitsi Meet 
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva, leggere attentamente tutte le condizioni per seguire la videoconferenza, e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

sabato 12 marzo
- ore 19:00 - 

Speciale Grandi Mostre:
"Klimt.
La Secessione e l'Italia"
al Museo di Roma di Palazzo Braschi

"A distanza di 110 anni dalla sua partecipazione all’Esposizione Internazionale dʼArte del 1911, Gustav Klimt torna in Italia.
Un evento espositivo che segna il ritorno in Italia di alcuni dei suoi capolavori provenienti dal Belvedere Museum di Vienna, dalla Klimt Foundation e da collezioni pubbliche e private come la Neue Galerie Graz. La mostra ripercorre la vita e la produzione artistica di Klimt, sottolineandone il ruolo di cofondatore della Secessione viennese e indagando sul suo rapporto con l’Italia, meta dei suoi viaggi e luogo di alcuni suoi successi espositivi.
Sono circa 200 le opere esposte, tra dipinti, disegni, manifesti d’epoca e sculture di Klimt e degli artisti della sua cerchia. [...]"
Posti limitati - Pagamento anticipato - Super Green Pass obbligatorio - Utilizzo obbligatorio di mascherina FFP2
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva, leggere attentamente tutte le condizioni per partecipare alla visita e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

venerdì 18 marzo
- ore 16:00 - 

Speciale Grandi Mostre:
"Klimt.
La Secessione e l'Italia"
al Museo di Roma di Palazzo Braschi

"A distanza di 110 anni dalla sua partecipazione all’Esposizione Internazionale dʼArte del 1911, Gustav Klimt torna in Italia.
Un evento espositivo che segna il ritorno in Italia di alcuni dei suoi capolavori provenienti dal Belvedere Museum di Vienna, dalla Klimt Foundation e da collezioni pubbliche e private come la Neue Galerie Graz. La mostra ripercorre la vita e la produzione artistica di Klimt, sottolineandone il ruolo di cofondatore della Secessione viennese e indagando sul suo rapporto con l’Italia, meta dei suoi viaggi e luogo di alcuni suoi successi espositivi.
Sono circa 200 le opere esposte, tra dipinti, disegni, manifesti d’epoca e sculture di Klimt e degli artisti della sua cerchia. [...]"
Posti limitati - Pagamento anticipato - Super Green Pass obbligatorio - Utilizzo obbligatorio di mascherina FFP2
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva, leggere attentamente tutte le condizioni per partecipare alla visita e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

Sito realizzato da lfdesign.it © tutti i diritti riservati 2011-