x
Visite guidate   |  

 L'evento: Speciale Mostre: "Filippo e Filippino Lippi. Ingegno e bizzarrie nell'arte del Rinascimento"
 Dove: Musei Capitolini - Sale espositive di Palazzo Caffarelli
 Con: Susanna Falabella
  Quando: domenica 30 giugno - domenica 21 luglio - sabato 3 agosto - ingresso gratuito per i possessori della MIC card  - posti limitati

prenotazione obbligatoria (cliccare su "Date e prenotabilità") e pagamento anticipato da notificare a info@bellezzadellarte.it

"Il caso straordinario di un padre e un figlio, entrambi pittori e disegnatori di eccezionale talento, è protagonista ai Musei Capitolini nelle sale di Palazzo Caffarelli.
L’esposizione, a cura di Claudia La Malfa, intende illustrare, attraverso una selezione di dipinti, disegni e documenti d’archivio, il talento del pittore fiorentino Fra’ Filippo Lippi (Firenze 1406-Spoleto 1469) e quello di suo figlio Filippino (Prato 1457 - Firenze 1504).
In mostra alcuni capolavori dell’arte di Filippo Lippi su tavola, dalla magnifica Madonna Trivulzio del Castello Sforzesco di Milano, manifesto della pittura del Lippi della quarta decade del Quattrocento, alla Madonna con angeli e committente della Collezione Cini di Venezia in cui si mostra il modo in cui il Lippi conia un linguaggio intimo per la devozione privata. Il doppio registro, ufficiale e privato, della produzione pittorica del Lippi si propone in mostra anche attraverso l’accostamento di due piccole tavole della Galleria degli Uffizi, raramente esposte al pubblico, raffiguranti lAnnunciazione della Vergine e i Santi Antonio Abate e Giovanni Battista con due tavole di grandi dimensioni raffiguranti i Santi Agostino e Ambrogio, Gregorio e Girolamo della Pinacoteca dell’Accademia Albertina, Torino, che originariamente formavano i laterali di un trittico la cui parte centrale è oggi conservata al Metropolitan Museum di New York.

La sezione di dipinti di Fra’ Filippo Lippi è corredata da un nucleo di documenti provenienti dagli archivi di Firenze e di Spoleto. In essi non solo emerge la rete di contatti del pittore con Cosimo de’ Medici e con il re di Napoli, ma è anche narrata, non senza una certa ironia, la storia del rapimento da parte del pittore di Lucrezia Buti dal convento a Prato in cui si trovava la giovane diciassettenne a studiare, la fuga d’amore dei due e la nascita del figlio Filippino.
Il percorso espositivo include una selezione di importanti disegni, concessi in prestito dalla Galleria degli Uffizi e dall’Istituto Centrale per la Grafica di Roma, in cui si evidenzia il debito di Filippino Lippi oltre che con il padre, nella cui bottega si forma, anche con Sandro Botticelli nella cui bottega fiorentina Filippino entrò in seguito alla morte del padre del 1469.
In mostra il capolavoro di Filippino Lippi: lAnnunciazione dei Musei Civici di San Gimignano. Nell’opera, realizzata in due separati tondi su tavola, Filippino Lippi conia le geometrie prospettiche e l’intima narrazione degli interni del padre con il respiro più ampio delle figure sinuose di Botticelli, in un’inedita concezione del contrappunto pittorico tra una nuova profondità prospettico-paesaggistica e un primo piano caratterizzato da preziosi colorismi e trasparenze che determinerà la fortuna di Filippino Lippi nella grande produzione pittorica delle ultime decadi del Quattrocento sia a Firenze che a Roma.
In mostra è incluso anche un disegno di Filippino Lippi proveniente dall’Accademia di Venezia che illustra l’ingegnosa invenzione realizzata nell’impresa ad affresco per la chiesa di Santa Maria sopra Minerva a Roma nella cappella del cardinale napoletano Oliviero Carafa. La parete della cappella dove sono raffigurate l’Annunciazione alla Vergine e l’Assunzione della Vergine è infatti una scatola cinese di immagini all’interno di immagini il cui ingegnoso meccanismo viene svelato in mostra attraverso l’esposizione del disegno prestato dall’Accademia di Venezia. Apice della produzione pittorica di Filippino Lippi, la Cappella Carafa è un condensato di citazioni dall’antico – le grottesche, la statua equestre del Marco Aurelio che all’epoca si trovava ancora a San Giovanni, il grande fregio antico che si trovava a San Giovanni, la statua di re barbaro prigioniero oggi nel cortile dei Capitolini, la piccola statua di putto che gioca con oca – che rivelano il fascino incondizionato di Roma sulla produzione artistica dei maestri del Rinascimento".

[testo della presentazione ufficiale della Mostra tratto da in www.museicapitolini.org]


Visita guidata + servizio noleggio auricolari per l'ascolto a distanza: soci 13,00 euro soci (11,50 +1,50); 15,00 euro non soci (13,50+1,50).
Biglietto di ingresso gratutito per i possessori della MIC card; diversamente (per chi non ha requisiti per richiedere la MIC card e comprensivo di 1,00 euro di prenotazione obbligatoria gruppi): 19,50 euro intero non residenti; 17,00 euro residenti; 16,00 euro ridotto non residenti; 15,00 euro ridotto residenti.
Durata della visita: 1h e 40' circa.
Appuntamento: in piazza del Campidoglio, nei pressi della copia del monumento equestre di Marco Aurelio, sempre 20' prima dell'orario indicato per l'inizio della visita.

IMPORTANTE: Per aver diritto al biglietto gratuito in qualità di possessori della MIC Card, la MIC Card deve essere valida (ovvero già attivata e/o rinnovata) al momento dell'appuntamento con il gruppo. Si prega, pertanto, di provvedere per tempo alle eventuali operazioni di acquisto e/o rinnovo della MIC Card e di non ritardare rispetto all'orario di appuntamento poiché il gruppo dovrà entrare obbligatoriamente all'orario assegnatoci.

AVVERTENZE IMPORTANTI PER LE PRENOTAZIONI:

  • La prenotazione è confermata solo previo PAGAMENTO ANTICIPATO DEL COSTO DELLA VISITA GUIDATA ED, EVENTUALMENTE, DELLE QUOTE DEI BIGLIETTI CON RELATIVI DIRITTI DI PRENOTAZIONE da effettuare tramite bonifico utilizzando le coordinate bancarie indicate a seguire.
  • La notifica del bonifico effettuato dovrà essere inviata a info@bellezzadellarte.it .  
  • Le quote versate non sono rimborsabili ma solo cedibili a terzi.


COORDINATE BANCARIE
Destinatario: Susanna Falabella - via Genova 18; 00184 Roma
Banca: UniCredit
IBAN: IT50L0200805203000400965863
Importo: 13,00 euro (a persona, socio), 15,00 euro (a persona, non socio) x n. ... + eventuale biglietto/i ingresso con diritti di prenotazione.
Causale:
visita guidata mostra socio/non socio, del ... (+
 rimborso n. ... biglietto/i + diritti di prenotazione)

▲ Chiudi
Sito realizzato da lfdesign.it © tutti i diritti riservati 2011-