x
Eventi in programma   |  

 

sabato 9 settembre
- ore 19:00 - 

Speciale Tivoli.
Giochi d'acqua e di luce:
notturno a Villa d'Este

Uno speciale appuntamento di fine estate per rileggere la storia di Villa d’Este a Tivoli e lasciarsi incantare dal suo inalterato fascino.
Il seducente compleso della villa
tiburtina - realizzato, su progetto di Pirro Ligorio nel secondo Cinquecento per il Cardinal Ippolito II d’Este - continua a sollecitare curiosità e stupore per la varietà (materiale e concettuale) di quegli itinerari attraverso i quali è possibile visitarlo.
Un percorso di scoperta, o riscoperta, attraverso i giochi d'acqua e di luce di un seduttivo notturno.

Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

 

domenica 10 settembre
- ore 18:00 - 

Tramonto al Pincio.
Con i volti della storia

Concepita durante l’amministrazione napoleonica come “pubblico passeggio” per lo svago della popolazione, la Passeggiata del Pincio avrebbe trovato la sua compiuta definizione solo attraverso un lungo e complesso iter progettuale ed esecutivo. Tuttavia, la sua veste preziosa, punteggiata dei molteplici arredi di segno e significato diversi variamente distribuiti fino al primo Novecento (i monumenti celebrativi, i busti degli Italiani illustri, le fontane, un orologio ad acqua, un obelisco), è ancora suscettibile di stupire chi si disponga a riconoscerla.
Un itinerario di grande suggestione: tra
letture di opere d'arte e rievocazioni di svaghi mondani … in compagnia dei volti della storia.

Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

 

sabato 16 settembre
- ore 11:15 -

Splendori nascosti:
Villa Magistrale dei Cavalieri di Malta
Visita con permesso speciale

Oltre la soglia di un portone famoso per lasciare scorgere – da un ancor più celebre foro di serratura – la veduta della cupola di San Pietro, si distendono i giardini e il complesso della Villa Magistrale dei Cavalieri di Malta. Un appuntamento speciale per ripercorrere due storie intrecciatesi sul colle Aventino: quella del Sovrano Ordine Militare di Malta e quella di G.B. Piranesi (1720-1788), tra i più alti rappresentanti della cultura artistica settecentesca.
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

 

sabato 16 settembre
- ore 19:15 -

Meraviglie di Trastevere:
Santa Maria in Cappella.
Apertura straordinaria serale

Sulla testata di uno dei vicoli più appartati di Trastevere si accampano la facciata e il campanile della piccola chiesa di Santa Maria in Cappella: fortunata sopravvivenza di una stagione medioevale di cui a Roma si conservano troppo poche testimonianze.
Consacrata dal pontefice Urbano II nel 1090, il piccolo edificio di culto sarebbe stato coinvolto nel tempo in una sequenza sorprendente di eventi che ne modificarono però solo in parte la veste originaria. [...]
Il recente allestimento di un percorso espositivo permanente ricostruisce la storia dell'intero complesso a partire dalle preesistenze tardo antiche rinvenute nell'area durante le operazioni di scavo condotte sotto la navata della chiesa e consente di effettuare un percorso all'insegna dello stupore ... dinanzi alle meraviglie, inattese, di Trastevere.
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

 

sabato 23 settembre
- ore 15:30 -

Abbazia delle Tre Fontane:
arte e spiritualità
sulle orme del martirio di San Paolo

Un percorso denso di fascino attraverso la storia e l'arte del complesso abbaziale delle Tre Fontane situato sul tracciato dell'antica via Laurentina, in località "ad Aquas Salvias", dove, secondo una tradizione risalente al V secolo, l'apostolo Paolo subì il martirio per decollazione e la sua testa, rimbalzando tre volte, fece sgorgare altrettante sorgenti d'acqua. Dalla seconda metà dell'Ottocento la cura del complesso è affidata ai Trappisti che, nel 1868, piantarono un bosco di eucalipti per bonificare la zona, contribuendo a preservare in un'oasi di pace e spiritualità la memoria del martirio dell'Apostolo delle Genti.
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"


 

 

 

 

domenica 24 settembre
- ore 15:45 -

San Giovanni a Porta Latina:
frammenti - preziosi - di
Roma medioevale

Un suggestivo percorso d'arte alla riscoperta della basilica di San Giovanni a Porta Latina: sorta  nel V secolo a breve distanza dal luogo in cui, secondo la tradizione, sarebbe avvenuto il martirio dell'evangelista Giovanni, restaurata nell'VIII, soggetta a un parziale rifacimento alla fine del XII e a una "rivisitazione" barocca nel XVII. E' stato l'importante restauro eseguito negli anni 1940-41 per iniziativa dei Padri Rosminiani (dal 1938 stabilitisi con il loro Collegio nell'edificio adiacente), a restituire alla chiesa la dimenticata veste medioevale e la leggibilità di un prezioso ciclo di affreschi composto da circa 50 figurazioni bibliche.
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

 

sabato 30 settembre
- ore 10:30 -

Il Convento della Trinità dei Monti:
gli incanti - nascosti - del Pincio.
Visita con permesso speciale

Addossato al fianco di una chiesa che domina dall’altura del Pincio l’affaccio su piazza di Spagna, eppur sconosciuto ai più: è il convento della Trinità dei Monti , sede, dal 1828 della comunità religiosa del Sacro Cuore (e dalla scuola annessa). Una visita con permesso speciale per scoprire gli incanti – nascosti – del Pincio: le anamorfosi di François Nicéron ; la meridiana catottrica di Emmanuel Maignan; le Nozze di Cana dipinte nel refettorio da Andrea Pozzo.
Prenotazioni entro e non oltre giovedì 28 settembre, complete dei nominativi dei singoli partecipanti corredati dei rispettivi estremi di un documento di identità (numero, luogo e data del rilascio) da inviarsi a info@bellezzadellarte.it
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

 

 

domenica 1 ottobre
- ore 10:30 -

Villa Adriana.
Architettura di un mito

La spettacolare residenza costruita tra il 118 e 138 d.C. da  Publio Elio Adriano, distribuita, su un'area di almeno 120 ettari, in un territorio verde e ricco di acque nei pressi di Tivoli, a 28 km da Roma: un insieme di edifici residenziali, terme, ninfei, padiglioni, giardini, destinato a divenire modello insuperato di riferimento per l'architettura delle ville moderne, meta di studio e fonte inesauribile di ispirazione artistica.
Un percorso denso di fascino attraverso i sogni e le aspirazioni di un imperatore, le architetture in cui esse si concretarono, il mito intramontabile che ne originò.
Ingresso gratuito per l'apertura nella prima domenica del mese
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

 

 

sabato 7 ottobre
- ore 17:30 -

Splendori nascosti:
San Lorenzo degli Speziali in Miranda.
Tramonto sul Foro Romano
Visita con permesso speciale

Un appuntamento speciale per contemplare il tramonto sul Foro Romano da un privilegiato punto di osservazione: la chiesa di  San Lorenzo degli Speziali in Miranda , già Tempio di Antonino e Faustina, precocemente cristianizzato, probabilmente già nel VII secolo, con una dedica a san Lorenzo divenuta poi "in Miranda" forse proprio in ragione di quella possibilità di "mirare" da lì lo struggente scenario delle rovine.
Un itinerario di visita esclusivo e prezioso,
comprensivo del Museo di Arte Farmaceutica,
  della Biblioteca storica e dell'Archivio storico del Nobile Collegio Chimico Farmaceutico che ha sede nel complesso.
Visita con permesso speciale - Apertura straordinaria serale - Posti limitati
Si prega di effettuare la prenotazione solo se certi della presenza e di avvisare per tempo in caso di disdetta

Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

 

 

 

venerdì 13 ottobre
- ore 19:30 -

Speciale
Notturno ai Musei Vaticani

Uno speciale appuntamento serale per ripercorrere gli ambienti preziosi dei Musei Vaticani.
L’Apollo del Belvedere, il Laocoonte, il Torso del Belvedere: la lezione dell’antico, confronto ineludibile per gli artisti dell’età moderna. Gli affreschi di Raffaello e della sua bottega nelle stanze del papa Giulio II: la transizione dallo stile del pieno Rinascimento al quello del Manierismo. La decorazione, in tre tempi, della Cappella Sistina: gli affreschi quattrocenteschi di Perugino, Botticelli, Signorelli, Ghirlandaio, Rosselli (e dei loro aiuti), in dialogo con l'opera di Michelangelo, potentemente dispiegata sulla volta e, con il drammatico Giudizio Finale, sulla parete d'altare.
Prenotazione non ancora disponibile 
Consultare la scheda descrittiva

 

 

 

 

 

domenica 15 ottobre
- ore 11:00 -

Speciale Caprarola e Bagnaia.
Splendori di corte e naturali delizie:
Palazzo Farnese e Villa Lante

Uno speciale appuntamento a Caprarola e alla vicina Bagnaia per un itinerario d'eccezione dedicato a Palazzo Farnese e a Villa Lante, ovvero, rispettivamente: alla sublime memoria della più splendida stagione della famiglia Farnese (nonché tra le più significanti testimonianze della cultura architettonica e figurativa pieno cinquecentesca) e al prezioso e tra i più seducenti tra i protagonisti del nostro patrimonio paesaggistico. 

Per prenotare, consultare la scheda descrittiva completa e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

 

sabato 21 ottobre
- ore 11:00 -

Il Convento della Trinità dei Monti:
gli incanti - nascosti - del Pincio.
Visita con permesso speciale

Addossato al fianco di una chiesa che domina dall’altura del Pincio l’affaccio su piazza di Spagna, eppur sconosciuto ai più: è il convento della Trinità dei Monti , sede, dal 1828 della comunità religiosa del Sacro Cuore (e dalla scuola annessa). Una visita con permesso speciale per scoprire gli incanti – nascosti – del Pincio: le anamorfosi di François Nicéron ; la meridiana catottrica di Emmanuel Maignan; le Nozze di Cana dipinte nel refettorio da Andrea Pozzo.
Prenotazioni entro e non oltre giovedì 19 ottobre, complete dei nominativi dei singoli partecipanti corredati dei rispettivi estremi di un documento di identità (numero, luogo e data del rilascio) da inviarsi a info@bellezzadellarte.it
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

 

 

domenica 22 ottobre
- ore 10:30 -

Splendori nascosti:
gli Oratori del Celio.
Visita con permesso speciale

Percorsa la salita di San Gregorio, si staglia, solenne e maestosa, la facciata della chiesa di San Gregorio Magno. Poco discosti, in uno spazio separato da una cancellata, sono tre piccoli oratori dedicati ai santi Andrea, Silvia, Barbara, custodi di preziose memorie storiche e di un ciclo decorativo a fresco eseguito nel primo Seicento, cui presero parte, tra gli altri, Guido Reni, Domenichino, Giovanni Lanfranco, Sisto Badalocchio.
Un raffinato documento d’arte, tuttora oggetto di vivace dibattito critico, immerso nella cornice naturalistica di un giardino da cui godere una  - sempre suggestiva - veduta del Palatino.
Prenotazione non ancora disponibile
Consultare la scheda descrittiva

 

 

 

 

 

venerdì 27 ottobre
- ore 19:20 -

Speciale Grandi Mostre:
"Monet"
al Complesso del Vittoriano

"L'esposizione, curata da Marianne Mathieu, presenta circa sessanta opere del padre dell'Impressionismo, provenienti dal Musée Marmottan Monet - che nel 2016 ha festeggiato gli 80 anni di vita - testimonianza del suo percorso artistico, ma soprattutto dell'artista medesimo. Si tratta infatti delle opere che Monet conservava nella sua ultima dimora di Giverny e che il figlio Michel donò al Museo [...]"
Prenotazione non ancora disponibile
Consultare la scheda descrittiva

 

 

 

 

 

sabato 28 ottobre
- ore 18:40 -

Speciale Grandi Mostre:
"Monet"
al Complesso del Vittoriano

"L'esposizione, curata da Marianne Mathieu, presenta circa sessanta opere del padre dell'Impressionismo, provenienti dal Musée Marmottan Monet - che nel 2016 ha festeggiato gli 80 anni di vita - testimonianza del suo percorso artistico, ma soprattutto dell'artista medesimo. Si tratta infatti delle opere che Monet conservava nella sua ultima dimora di Giverny e che il figlio Michel donò al Museo [...]"
Prenotazione non ancora disponibile
Consultare la scheda descrittiva

 

Sito realizzato da lfdesign.it © tutti i diritti riservati 2011-