x
Visite guidate   |  



L'evento: La seduzione dell'antico. Collezioni del Museo Nazionale Romano a Palazzo Massimo
Dove: Largo di Villa Peretti, 1 (nei pressi della Stazione Termini)
Con: Susanna Falabella
 Quando: domenica 2 febbraio - ingresso gratuito per l'apertura nella prima domenica del mese - assenza di barriere architettoniche

prenotazione obbligatoria entro 24h dalla visita (cliccare su "Date e prenotabilità") 

"L'ottocentesco palazzo in stile neorinascimentale, nei pressi della Stazione Termini, accoglie una delle più importanti collezioni di arte classica al mondo.
L’edificio fu costruito tra il 1883 e il 1887, per volontà del padre gesuita Massimiliano Massimo, dall’architetto Camillo Pistrucci, nell’area dove sorgeva la cinquecentesca villa Montalto-Peretti, passata poi di proprietà ai principi Massimo. Il palazzo, che svolse la funzione di collegio d’istruzione fino al 1960, è stato acquistato dallo Stato italiano e restaurato grazie ai finanziamenti della legge 92/81 per la valorizzazione del patrimonio archeologico di Roma. La sede museale, inaugurata nel 1998, ospita le sezioni di arte antica, numismatica e oreficeria del Museo Nazionale Romano.
Nei quattro piani del museo, sculture, affreschi, mosaici, monete e opere di oreficeria documentano l´evoluzione della cultura artistica romana dall’età tardo-repubblicana all’età tardo-antica (II sec. a.C. - V sec. d.C.), attraverso un itinerario espositivo nel quale rivivono la storia, i miti e la vita quotidiana di Roma.
Nelle sale del piano terra sono esposti splendidi originali greci rinvenuti a Roma, come il Pugile, il Principe ellenistico e la Niobide dagli Horti Sallustiani, e la ritrattistica di età repubblicana e imperiale, culminante nella statua di Augusto Pontefice Massimo.
Al primo piano sono presentati celebri capolavori della statuaria, tra cui il Discobolo Lancellotti, la Fanciulla di Anzio e l’Ermafrodito dormiente, e magnifici sarcofagi, come quello di Portonaccio, con una scena di battaglia scolpita in altorilievo.

Al secondo piano, pareti affrescate e mosaici pavimentali documentano la decorazione domestica di prestigiose residenze romane. Il triclinio con il giardino dipinto della Villa di Livia e le stanze della Villa della Farnesina, suggestivamente ricomposte nelle dimensioni originarie, costituiscono un esempio della decorazione domestica di prestigiose residenze romane.
Un'ampia rassegna di mosaici pavimentali, per lo più policromi, culmina negli emblemata della Villa di Baccano. Tra le pregiate decorazioni a intarsio si segnalano le tarsie dalla Basilica di Giunio Basso.

Il piano interrato custodisce l’ampia collezione numismatica, oltre a suppellettili, gioielli e la mummia di Grottarossa".

[testo presentazione tratto dal sito ufficiale: http://archeoroma.beniculturali.it/]
 

Visita guidata:10,00 euro soci; 12,00 euro non soci; 5,00 euro studenti fino a 26 anni di età.
Biglietto ingresso: gratuito in occasione dell'apertura nella prima domenica del mese.
Durata della visita: 2h e 30' circa.
Nota sul percorso di visita: piano terra, primo e secondo piano (in cui sono esposte le collezioni di statuaria, pittura e mosaici); non incluso nel percorso di visita guidata il piano interrato (con il medagliere e le collezioni di oreficeria).
Appuntamento: davanti all'ingresso del Museo, 15' prima dell'orario indicato per l'inizio della visita.

▲ Chiudi
Sito realizzato da lfdesign.it © tutti i diritti riservati 2011-