x
Visite guidate   |  

L'evento: Meraviglie di Trastevere. Villa Farnesina: Raffaello e il "magnifico" Rinascimento 
Dove: Via della Lungara, 230
Con: Susanna Falabella
Quando: sabato 2 marzo

prenotazione obbligatoria entro 24h dalla visita (cliccare su "Date e prenotabilità")

Il traffico del Lungotevere è appena alle spalle. Si varca un cancello in via della Lungara, esattamente di fronte al prestigioso e imponente Palazzo Corsini, e si scopre – o si riscopre – il fascino di una piccola villa suburbana, oggi sede di rappresentanza dell’Accademia dei Lincei, sopravvissuta integra, con la sua straordinaria originaria veste decorativa, agli eventi, spesso fatali, della storia.
Il nome del sito mantiene viva la memoria della famiglia Farnese che, per più tempo, legò la sua presenza a questa dimora. Furono i Farnese a provvedere alla miglior conservazione degli affreschi esistenti e a integrare le poche parti incompiute di una ricca decorazione predisposta a commento di un luogo di delizie voluto, ad apertura Cinquecento, da Agostino Chigi (1466-1520): il potente banchiere senese, stabilitosi a Roma all’età di ventuno anni, destinato a esser ricordato come “Il Magnifico” per la vastità del suo patrimonio, lo splendore e la munificenza cui informò la sua vita e che in Villa “Farnesina” trovarono compiuta espressione.



Progettata e realizzata dal senese Baldassarre Peruzzi in sapiente armonia con la natura circostante, la villa fu impreziosita nelle logge del piano terreno e negli ambienti del piano nobile da un complesso programma decorativo a fresco attuato dai più grandi maestri attivi sulla scena romana: allo stesso Peruzzi, responsabile delle più concettose decorazioni distribuite in vari ambienti della villa, fra le quali un  - ormai celebre - oroscopo, si affiancarono: Sebastiano Luciani meglio noto come Sebastiano del Piombo, autore dei Miti dell’aria e del Polifemo nella "Loggia di Galatea"; Antonio Bazzi detto il Sodoma, responsabile delle Storie di Alessandro nella "Sala delle Nozze di Alessandro e Roxane" - strumentali a promuovere l’ambiziosa identificazione del Chigi con il Re macedone -; Raffaello, autore della Galatea - paradigma del “bello ideale” - e “inventore” delle storie della Favola di Amore e Psiche, affrescata nell'omonima Loggia dalla sua bottega.

Percorrendo gli spazi che già allietarono gli otia del Chigi e della cerchia facoltosa dei suoi ospiti, ora arricchiti dalla - restaurata - magnifica Galleria delle Grottesche, si è continuamente sollecitati a godere dell’armonia della natura in dialogo con le arti e a rileggere i molteplici significati riposti nelle favole del mito e nelle lezioni della storia: un itinerario sapiente, di incorrotta bellezza.

Susanna Falabella

Visita guidata (comprensiva del servizio noleggio auricolari per l'ascolto a distanza nel caso il gruppo sia composto da un minimo di 10 partecipanti): 10,00 euro soci; 12,00 euro non soci; 5,00 euro minori di 18 e studenti fino a 26 anni di età.
Biglietto ingresso: 6,00 euro intero; 5,00 euro ridotto (sotto i 14  e sopra i 65 anni d'età).
Durata della visita: 2 h.
Appuntamento: in via della Lungara 230, accanto al cancello d'ingresso alla Villa, alle ore 10:45.


▲ Chiudi
Sito realizzato da lfdesign.it © tutti i diritti riservati 2011-