x
Eventi in programma   |   Settembre - Anticipazioni Ottobre 2018

 

sabato 8 settembre
- ore 18:45 -

Tramonto al Ghetto:
impronte della comunità ebraica
intorno al Portico di Ottavia

1555: è l'anno in cui il neo eletto pontefice Paolo IV decide la reclusione della comunità ebraica di Roma in un'area ristretta a 3 ettari intorno al Portico di Ottavia, il monumentale complesso di età augustea.
Tra fine XVI secolo e primi anni del XIX secolo si registreranno progressive, sia pur limitate, estensioni del Ghetto, in uno con il perfezionarsi di misure restrittive per disciplinare la vita dei suoi abitanti.
Demoliti i cancelli che ne marcavano gli accessi con la caduta del potere temporale della Chiesa, modificata la sua  topografia dagli interventi di adeguamento alla nuova urbanistica di Roma capitale, le impronte della storia di cui il Ghetto è stato protagonista sono ancora leggibili in un itinerario di grande suggestione...
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

 

domenica 9 settembre
- ore 16:30 -

Le meraviglie di Villa Torlonia:
il Casino Nobile

Villa Torlonia: una magnifica testimonianza della cultura architettonica e artistica tra Otto e Novecento espressa, senza risparmio di investimenti, da una prestigiosa committenza privata.
Acquisita dal Comune di Roma nel 1977 e aperta al pubblico l’anno successivo, la villa è stata faticosamente riconvertita in un raffinato circuito museale in cui splende, incastonato come un gioiello negli arredi del parco, il Casino Nobile con il suo stupefacente,  tecnicamente e stilisticamente variato, apparato decrativo ... 
Ingresso gratuito - salvo diritti di prenotazione gruppi - per i possessori della MIC card
Assenza di barriere architettoniche

Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

 

sabato 15 settembre
- ore 19:00 - 

Speciale Tivoli.
Giochi d'acqua e di luce:
notturno a Villa d'Este

Uno speciale appuntamento di fine estate per rileggere la storia di Villa d’Este a Tivoli e lasciarsi incantare dal suo inalterato fascino.
Il seducente compleso della villa
tiburtina - realizzato, su progetto di Pirro Ligorio nel secondo Cinquecento per il Cardinal Ippolito II d’Este - continua a sollecitare curiosità e stupore per la varietà (materiale e concettuale) di quegli itinerari attraverso i quali è possibile visitarlo.
Un percorso di scoperta, o riscoperta, attraverso i giochi d'acqua e di luce di un seduttivo notturno.
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

domenica 16 settembre
- ore 16:30 - 

Memorie di Roma imperiale:
i Mercati di Traiano

"La storia dei  "Mercati” di Traiano inizia con la progettazione di alcuni interventi propedeutici alla costruzione dell’ultimo e più grandioso dei Fori Imperiali, il Foro di Traiano, probabilmente già avviati dall’imperatore Domiziano.
Le fonti antiche non offrono notizie sicure circa la committenza imperiale e la paternità progettuale; tantomeno esistono fonti certe per l’identificazione dei Mercati di Traiano, e la spiegazione più plausibile è che il grande complesso fosse considerato un’unica entità con il vicino Foro [...]"

Ingresso gratuito per i possessori della MIC card
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

venerdì 21 settembre
- ore 19:30 -

Speciale
Notturno ai Musei Vaticani

Uno speciale appuntamento serale per ripercorrere gli ambienti preziosi dei Musei Vaticani.
L’Apollo del Belvedere, il Laocoonte, il Torso del Belvedere: la lezione dell’antico, confronto ineludibile per gli artisti dell’età moderna. Gli affreschi di Raffaello e della sua bottega nelle stanze del papa Giulio II: la transizione dallo stile del pieno Rinascimento al quello del Manierismo. La decorazione, in tre tempi, della Cappella Sistina: gli affreschi quattrocenteschi di Perugino, Botticelli, Signorelli, Ghirlandaio, Rosselli (e dei loro aiuti), in dialogo con l'opera di Michelangelo, potentemente dispiegata sulla volta e, con il drammatico Giudizio Finale, sulla parete d'altare.
Posti disponibili esauriti 
Consultare la scheda descrittiva

 

 

 

 

 

sabato 22 settembre
- ore 18:00 -

Tramonto all'Isola Tiberina:
le leggende e la storia
ancorate alle rive del fiume

Ancorata alle due rive del Tevere per mezzo di ponte Fabricio e ponte Cestio e felicemente sopravvissuta al progetto ipotizzato a fine Ottocento di saldarla a una delle due sponde con la  deviazione del corso del fiume: è l'Isola Tiberina, le cui origini sono avvolte dal fascino del mistero, quando la storia si confonde con la leggenda.
Formatasi su un cumulo di covoni di grano già appartenuti ai Tarquini e gettati nel fiume dai Romani alla cacciata degli ultimi re o, piuttosto, derivata, nella sua singolare struttura a triremi, dal prodigioso episodio verificatosi nel 298 a.C. in occasione di una grave epidemia, al rientro di una nave romana inviata in missione al tempio della città di Epidauro, saca a Esculapio, dio della medicina? [...]

Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

 

domenica 23 settembre
- ore 15:45 -

Le meraviglie di Villa Torlonia:
la Casina delle Civette e
"Duilio Cambellotti"
in mostra al Casino dei Principi

Il complesso di Villa Torlonia rappresenta una della più stupefacenti testimonianze di committenza pirvata espressasi   tra Otto e Novecento in ambito architettonico e artististico senza risparmio di investimenti.  Acquisita dal Comune di Roma nel 1977 e aperta al pubblico l’anno successivo, la villa è stata faticosamente riconvertita in un raffinato circuito museale  all’interno del quale si evidenza l’estrosità della Casina delle Civette splendente delle sue vetrate policrome realizzate dal laboratorio di Cesare Picchiarini su cartoni di celebrati artisti tra i quali Duilio Cambellotti , cui è dedicato, nell'appartato Casino dei Principi, il prezioso percorso espositivo "Duilio Cambellotti. Mito, sogno e realtà".
Ingresso gratuito - salvo diritti di prenotazione - per i possessori della MIC card 
Per prenotare, consultare la scheda descrittiva e cliccare nel campo "Date e prenotabilità"

 

 

 

 

 

sabato 29 settembre
- ore 10:00 -

Splendori nascosti:
Villa Magistrale dei Cavalieri di Malta
Visita con permesso speciale

Oltre la soglia di un portone famoso per lasciare scorgere – da un ancor più celebre foro di serratura – la veduta della cupola di San Pietro, si distendono i giardini e il complesso della Villa Magistrale dei Cavalieri di Malta. Un appuntamento speciale per ripercorrere due storie intrecciatesi sul colle Aventino: quella del Sovrano Ordine Militare di Malta e quella di G.B. Piranesi (1720-1788), tra i più alti rappresentanti della cultura artistica settecentesca.
Apertura straordinaria di sabato - Posti limitati - Prenotazione non ancora disponibile
 
Consultare la scheda descrittiva

 

 

 

 

 

domenica 30 settembre
- ore 10:30 - 

Incanti d'arte sul Gianicolo.
Sant'Onofrio: la chiesa e il chiostro

Inattesi incanti d'arte da scoprire in un percorso di grande fascino.
Meta privilegiata di artisti e letterati attratti dal fascino del sito e dalle memorie di Torquato Tasso che morì in una cella dell'annesso Convento il 25 aprile 1595, la chiesa di Sant'Onofrio si staglia sulla salita al Gianicolo e invita a varcare le sue diverse soglie: quella di un cancello, da cui inizia la scalinata che conduce a un sagrato erboso su cui prospetta un portico con affreschi del Domenichino; quella della chiesa, fondata nella prima metà del Quattrocento,  nell'intima spazialità di una navata unica con due cappelle per lato e un presbiterio affrescato da Baldassarre Peruzzi; quella, infine, di un chiostro in cui, alla vigilia dell'anno Santo del 1600, il Cavalier d'Arpino e altri maestri raccontarono, per immagini, le Storie di Sant'Onofrio.
Prenotazione non ancora disponibile
Consultare la scheda descrittiva

 

 

 

 

domenica 30 settembre
- ore 16:15 - 

Splendori sotterranei
alle origini di Roma cristiana:
le case romane del Celio

"Le domus romane del Celio - note anche come le case dei martiri Giovanni e Paolo - sottostanti la basilica dei Santi Giovanni e Paolo, alle pendici del Celio, sul Clivo di Scauro tra il Colosseo e il Circo Massimo, sono state aperte al pubblico nel 2002. Insieme agli Scavi di San Clemente rappresentano uno dei luoghi più affascinanti della Roma sotterranea per la straordinarietà dello stato di conservazione degli ambienti affrescati e per l’altissimo valore artistico e di interesse religioso del sito [...]"
Prenotazione non ancora disponibile
Consultare la scheda descrittiva

 

 

 

 

sabato 6 ottobre
- ore 10:00 -

Il Convento della Trinità dei Monti:
gli incanti - nascosti - del Pincio.
Visita con permesso speciale

Addossato al fianco di una chiesa che domina dall’altura del Pincio l’affaccio su piazza di Spagna, eppur sconosciuto ai più: è il convento della Trinità dei Monti , sede, dal 1828 della comunità religiosa del Sacro Cuore (e dalla scuola annessa). Una visita con permesso speciale per scoprire gli incanti – nascosti – del Pincio: le anamorfosi di François Nicéron ; la meridiana catottrica di Emmanuel Maignan; le Nozze di Cana dipinte nel refettorio da Andrea Pozzo.
Prenotazione non ancora disponibile
Consultare la scheda descrittiva

 

 

 

 

venerdì 12 ottobre
- ore 19:30 -

Speciale
Notturno ai Musei Vaticani

Uno speciale appuntamento serale per ripercorrere gli ambienti preziosi dei Musei Vaticani.
L’Apollo del Belvedere, il Laocoonte, il Torso del Belvedere: la lezione dell’antico, confronto ineludibile per gli artisti dell’età moderna. Gli affreschi di Raffaello e della sua bottega nelle stanze del papa Giulio II: la transizione dallo stile del pieno Rinascimento al quello del Manierismo. La decorazione, in tre tempi, della Cappella Sistina: gli affreschi quattrocenteschi di Perugino, Botticelli, Signorelli, Ghirlandaio, Rosselli (e dei loro aiuti), in dialogo con l'opera di Michelangelo, potentemente dispiegata sulla volta e, con il drammatico Giudizio Finale, sulla parete d'altare.
Prenotazione non ancora disponibile
Consultare la scheda descrittiva

 

 

 

 

 

sabato 13 ottobre
- ore 16:30 - 

Il Palazzo dei Conservatori
dei Musei Capitolini:
la storia, gli affreschi,
le collezioni di statuaria e di bronzi

Un percorso di visita di grande fascino: attraverso gli spazi di una magnifica architettura rinascimentale, aggiornata, nel pieno Cinquecento dagli interventi di Michelangelo e nobilitata nelle sale interne da uno spettacolare ciclo decorativo ad affresco.
Qui abitano le collezioni della più antica istituzione museale cittadina, fondata nel 1471 quando il pontefice Sisto IV donò al popolo romano un gruppo di bronzi di alto valore simbolico.

Ingresso gratuito per i possessori della MIC card - Assenza di barriere architettoniche

Prenotazione non ancora disponibile
Consultare la scheda descrittiva

Sito realizzato da lfdesign.it © tutti i diritti riservati 2011-